Archive for ‘primavera’

marzo 11, 2012

I giardini di marzo (forse) si coprono di nuovi colori…

Certo, è il colmo.

Non ci sono stati che due giorni di pioggia in tutto l’inverno. La neve si è fatta vedere in due miseri pomeriggi, senza lasciare tracce. Praticamente, una primavera da ottobre a marzo, con temperature miti fino a dicembre…. Sì, ma adesso?…. Ad un certo punto qualcuno, da qualche parte, deve aver girato l’interruttore della caldaia da rosso ad azzurro, o c’è stato un corto circuito, non so… In altre parole, per dirla in modo molto colloquiale, “c’è un’aria che ti pela”! E io, indenne da influenze e malattie stagionali varie che, grazie al cielo, normalmente se ne stanno alla larga, mi son beccata un raffreddore da servizio fotografico, per rimanere a memoria perenne….

Mi guardo, intanto, sul balcone i bulbi piantati, che mi sembrano un po’ debolucci, nonostante tutto. L’anno scorso, alla stessa stagione, gli alberi avevano la fioritura. E’ una questione di giorni, lo so. Ma con un sole così, non poter passeggiare sull’argine, o nella pista ciclabile tra i campi, mi fa una rabbia….

Ecco i miei vasetti….

Promettono bene, però!

maggio 17, 2011

Forse mi libero…

Non vedo ancora la fine del mare. Libri ce ne sono meno, in compenso aumentano carte sparse, scadenze,… Il mare poi è pieno di ragazzi inferociti che vorrebbero saltare dai flutti per tuffarci in quel cielo della foto che, diciamolo, è un po' sbiaditino…
E che dire dei colleghi? Ovviamente tra questi c'è chi chiama alle otto del mattino (tu hai finito a mezzanotte e ti sei addormentata alle due, e sai già che invece domani dormirai solo 5 ore…) per chiederti se ti va bene una cosa che sarà fatta tra 15 giorni… Ovviamente sei così in coma che non ti ricordi che cosa ti abbia chiesto… (apprezzo di essere stata interpellata, in tutto questo)

tratta da http://t0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQLpZDgrfQScePm-thwZp50gpuoYsnlxrk8ykvXwHgVbJYFcS5J&t=1

aprile 16, 2011

Ma si vede, sì?…

Ingresso alla prima ora:
– Professoressa, se passasse l'idea di stare a casa il sabato mattina, lei adesso sarebbe a letto e non dovrebbe venire a scuola con due occhi così!
Emm…. che dire? "Ho iniziato a soffrire di allergia"?… No, eh. E' proprio evidente che è una balla….

marzo 27, 2011

Aggiornamenti dal balcone

… Sempre sperando che non ci sia lo zampino dell'aria di Fukushima, questa è la crescita delle mie verze colorate:

… Qui si vede la parte finale della piantina:

Bene, l'inverno prossimo investirò in verze viola, così salto la fase dei fiorellini di primavera!